Con le ciaspole alla Croce di Fana da Quart in Valle d'Aosta
Foto di Brusa

Croce di Fana

Punto di partenza

Fonteil, Quart · 1437m

Dettagli

  • Altitudine

    2212 m

  • Dislivello

    772 m

  • Lunghezza andata

    2,9 km

  • Durata andata

    2h30

  • Difficoltà

    MR

  • Esposizione

    Est

Periodo consigliato

Gennaio

-

Marzo

Il luogo

Poco conosciuta ma molto amata dai locals, la Croce di Fana è un balcone naturale unico sulla conca di Aosta e sui giganti che la circondano. La ciaspolata per raggiungere la bassa cima attraversa fitti boschi innevati e ripidi pendii, in un ambiente selvaggio e inaspettato a pochi passi dalla città.

Consigliamo l’escursione solo a chi ha un minimo di allenamento nelle gambe perché, nonostante sia breve e privo di pericoli, l’itinerario presenta comunque un buon dislivello. In ogni caso, non perdetevi d’animo: la Croce di Fana ripagherà tutti i vostri sforzi con un panorama eccezionale!

Percorso

  • Scesi dall’auto, attraversate il villaggio di Fonteil e seguite la poderale innevata, tagliando i tanti tornanti a vostro piacimento.
  • Con la vetta già in vista, raggiungete il confine del bosco e prendete la traccia che sale tra gli alberi.
  • Continuate ad avanzare sul ripido percorso che, tra una radura e l’altra, vi porterà ad un dosso morenico.
  • Con un lungo traverso verso sinistra, percorrete l’ultimo tratto lasciandovi il bosco alle spalle. Ormai ci siete, non vi resta che proseguire e avrete raggiunto la Croce di Fana!
Segnalazioni
Condividi con la community eventuali problemi trovati lungo l'itinerario. Raccontaci la tua esperienza segnalando cosa hai riscontrato, dove e quando: con il tuo aiuto possiamo rendere la montagna un luogo più sicuro per tutti.

Itinerario Croce di Fana

Map placeholder
Commenti

Le informazioni contenute nella scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. Alpitude declina ogni responsabilità per eventuali cambiamenti, imprevisti ed incidenti subiti dall’utente. Informatevi sulle le buone pratiche di sicurezza in montagna con le ciaspole. Data la natura imprevedibile della montagna, consigliamo sempre di affidarvi ad un professionista certificato. Ricordiamo infine che dal 1° gennaio 2022 è obbligatorio essere muniti di Artva, pala e sonda.