Via scialpinistica della Gran Cima da Champoluc in Valle d'Aosta
Foto di Enzo Ciavattini

Gran Cima

Punto di partenza

Champoluc, Ayas · 1580m

Dettagli

  • Altitudine

    3023 m

  • Dislivello

    1098 m

  • Lunghezza andata

    5,6 km

  • Durata andata

    4h

  • Difficoltà

    BS

  • Esposizione

    Ovest

Periodo consigliato

Dicembre

-

Aprile

Il luogo

Come suggerisce il nome, la Gran Cima non è sicuramente da sottovalutare ed è consigliata agli Alpituder con una buona esperienza scialpinistica e un’ottima forma fisica. Non mancano, infatti, passaggi tecnici sulla cresta esposta e ripidi pendii che potrebbero richiedere piccozza e ramponi. Inoltre, i circa 1000 metri di dislivello sci ai piedi rendono la salita decisamente atletica: insomma, come avrete capito, si tratta di una vera sfida!

In ogni caso, tutta la fatica viene ripagata dalla grande soddisfazione per la conquista della vetta. Da lassù si apre un panorama incredibile su tutta la zona circostante, con i Laghi del Pinter ai vostri piedi e i giganti del Monte Rosa di fronte. La discesa è molto lunga e divertente e, fino all’alpeggio di Plan Long, comprende numerose varianti.

Ricordiamo infine la possibilità di tagliare i primi 400 metri di salita grazie alla cabinovia che porta da Champoluc a Crest: una soluzione ideale nei giorni di apertura delle piste!

Percorso

  • Lasciata l’auto, raggiungete Crest seguendo le piste da sci oppure il sentiero numero 13 (o, meglio ancora, prendendo gli impianti di risalita).
  • Da Crest, scendete verso destra e costeggiate il torrente tenendolo sempre sulla destra. Superato il villaggio di Cuneaz, continuate fino ad un ponte e attraversate il corso d’acqua.
  • Tenendo come riferimento le tracce del sentiero estivo, proseguite verso Sud.
  • Giunti all’alpeggio di Plan Long, risalite i pendii aperti ed a tratti ripidi che conducono al Colle Perrin (proprio sopra l’omonimo lago).
  • Sempre in leggera salita, continuate nella valletta verso Est fino a raggiungere un colle: svoltate a sinistra, affrontate la cresta a tratti esposta e, finalmente, avrete conquistato la Gran Cima!
  • Per la discesa seguite lo stesso itinerario dell’andata.
Alcune precauzioni

Prestate attenzione durante il tratto in cresta in quanto abbastanza esposto. Potrebbero servire piccozza e ramponi nei pendii più ripidi.

Segnalazioni
Condividi con la community eventuali problemi trovati lungo l'itinerario. Raccontaci la tua esperienza segnalando cosa hai riscontrato, dove e quando: con il tuo aiuto possiamo rendere la montagna un luogo più sicuro per tutti.

Itinerario Gran Cima

Map placeholder
Commenti

Le informazioni contenute nella scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. Alpitude declina ogni responsabilità per eventuali cambiamenti, imprevisti ed incidenti subiti dall’utente. Informatevi sulle le buone pratiche di sicurezza dello scialpinismo. Data la natura imprevedibile della montagna, consigliamo sempre di affidarvi ad un professionista certificato. Ricordiamo infine che dal 1° gennaio 2022 è obbligatorio essere muniti di Artva, pala e sonda.