Via alpinistica alla Punta Nord della Grande Rousse da Surier in Valle d'Aosta
Foto di Renzo Testore

Grande Rousse | Punta Nord

Punto di partenza

Surier, Valsavarenche · 1785m

Dettagli

  • Altitudine

    3607 m

  • Dislivello

    1883 m

  • Lunghezza andata

    8,0 km

  • Giorni

    Due

  • Durata andata

    10h00

  • Difficoltà

    AD

  • Esposizione

    Nord-Ovest

  • Sentieri

    10 e ometti di pietra

Il luogo

Formata da due punte, la Grande Rousse è la cima più alta della catena che divide la Val di Rhêmes dalla Valgrisenche. I molti ghiacciai che la circondano e la sua cima appuntita fanno della Grande Rousse una delle montagne più riconoscibili ed affascinanti della zona.

Data la grande difficoltà dell’imponente versante di Rhêmes, la via normale è stata aperta in Valgrisenche. In ogni caso, questo non significa che sia semplice: molti passaggi sono complicati, sul Ghiacciaio d’Invergnan sono presenti numerosi crepacci e alcuni pendii sono ripidissimi e molto faticosi. Oltre a tutto questo, vanno tenuti in considerazione lo sviluppo ed il dislivello notevole e alcuni tratti di arrampicata fino al III grado abbastanza esposti. Come potete immaginare, l’ascesa va affrontata solo se si gode di una buona forma fisica e se si ha un’ottima esperienza alpinistica. Inoltre, consigliamo di contattare una guida alpina. Data la lunghezza complessiva, la salita va divisa in due tappe, appoggiandosi al Bivacco Ravelli: questo si trova in un ambiente decisamente selvaggio e panoramico!

Percorso

  • Lasciata l’auto, prendete il comodo sentiero che si addentra nel vallone e, al bivio segnalato per l’Alpe Mont Forciaz, svoltate a sinistra.
  • Una volta raggiunto l’Alpe, seguite il sentiero a destra (Sud-Est), tenendo il torrente alla vostra destra. Attraversato il vallone detritico, sarete al Bivacco Ravelli, meta finale della prima tappa.
  • Il mattino seguente, riprendete il cammino in direzione della meta (Sud), risalendo la morena.
  • Messo piede sul Ghiacciaio d’Invergnan, proseguite in direzione Sud-Est, affrontando ripidi pendii glaciali e facendo molta attenzione ai crepacci.
  • Aggirato il contrafforte Nord-Ovest della Grande Rousse, attaccate il ripidissimo pendio che conduce direttamente al Colle della Grande Rousse.
  • Da qui, svoltate a sinistra e continuate sulla sottile cresta: questa presenta alcuni tratti complicati necessari per aggirare due salti (III grado) e altri passaggi di semplice arrampicata, al termine del quale sarete sulla cima Nord della Grande Rousse!
  • Per la discesa, seguite lo stesso itinerario dell’andata.
Alcune precauzioni

Prestate attenzione sul ghiacciaio in quanto sono presenti numerosi crepacci. Alcuni pendii sono molto ripidi e faticosi, specialmente quello che conduce al Colle della Grande Rousse. La cresta presenta passaggi di arrampicata fino al III grado, alcuni dei quali sono necessari per superare due salti di cresta. In generale, si passa sempre su terreno detritico e un po’ scivoloso, specialmente nei pressi della cima.

Segnalazioni
Condividi con la community eventuali problemi trovati lungo l'itinerario. Raccontaci la tua esperienza segnalando cosa hai riscontrato, dove e quando: con il tuo aiuto possiamo rendere la montagna un luogo più sicuro per tutti.

Itinerario Grande Rousse | Punta Nord

Map placeholder
Commenti

Le informazioni contenute nella scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. Alpitude declina ogni responsabilità per eventuali cambiamenti, imprevisti ed incidenti subiti dall’utente. Informatevi sulle buone pratiche di sicurezza dell’alpinismo e sulla sicurezza specifica delle vie ferrate. Data la natura imprevedibile della montagna, consigliamo sempre di affidarvi ad un professionista certificato.