Con le ciaspole al Rifugio Dondena da Champorcher in Valle d'Aosta
Foto di Andrea Miola

Rifugio Dondena

Punto di partenza

Strada Petit-Mont-Blanc, Champorcher · 1760m

Dettagli

  • Altitudine

    2193 m

  • Dislivello

    523 m

  • Lunghezza andata

    6,0 km

  • Durata andata

    2h

  • Difficoltà

    MR

  • Esposizione

    Sud

Periodo consigliato

Gennaio

-

Marzo

Il luogo

Poco impegnativa ma molto suggestiva, la ciaspolata che vi porterà fino al Rifugio Dondena attraversa buona parte della Valle di Champorcher. Il rifugio è il punto d’appoggio ideale per tutti coloro che vogliono proseguire verso altre mete, ad esempio il Lago Miserin e la Gran Rossa. Nonostante la sua semplicità, il tratto sotto le pareti del Mont Ros e della Bec Barmasse è da percorrere con molta attenzione in quanto è soggetto a valanghe: valutate le condizioni nivologiche ed evitate l’escursione dopo abbondanti nevicate.

Una volta arrivati al rifugio, aperto anche durante la stagione invernale, non perdete l’occasione di provare un buon pasto in alta quota!

Percorso

  • Dal parcheggio, incamminatevi lungo la strada, che presto diventa poderale, per il villaggio di Dondena.
  • Giunti al di sotto delle pareti del Mont Ros e della Bec Barmasse, assicuratevi che la neve sia ben assestata prima di proseguire: questo tratto potrebbe essere soggetto a valanghe.
  • Continuate sulla strada principale fino a raggiungere il villaggio di Dondena. Non vi rimane che salire verso sinistra, sempre seguendo la traccia, e sarete al Rifugio Dondena!
Alcune precauzioni

Prestate attenzione nel tratto sotto le pareti del Mont Ros e della Bec Barmasse: in condizioni nivologiche non ideali potrebbe essere soggetto a valanghe.

Segnalazioni
Condividi con la community eventuali problemi trovati lungo l'itinerario. Raccontaci la tua esperienza segnalando cosa hai riscontrato, dove e quando: con il tuo aiuto possiamo rendere la montagna un luogo più sicuro per tutti.

Itinerario Rifugio Dondena

Map placeholder
Commenti

Le informazioni contenute nella scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. Alpitude declina ogni responsabilità per eventuali cambiamenti, imprevisti ed incidenti subiti dall’utente. Informatevi sulle le buone pratiche di sicurezza in montagna con le ciaspole. Data la natura imprevedibile della montagna, consigliamo sempre di affidarvi ad un professionista certificato. Ricordiamo infine che dal 1° gennaio 2022 è obbligatorio essere muniti di Artva, pala e sonda.